La Cascata del Pison

LA CASCATA DEL PISON
la cascata mette in risalto tutta la potenza del torrente Meledrio che in questo doppio salto di acque fa rimbombare il bosco circostante. La cascata è raggiungibile da Dimaro seguendo la strada che dal primo tornante lungo la strada provinciale per Folgarida, risale la valle del Meledrio costeggiando il torrente. Dopo aver attraversato il Pont dela Calcara, dove è visibile la grande briglia aperta e le alte soglie che rallentano la forza del fiume, la strada risale per alcuni tornanti. Da uno di questi parte una seconda strada più stretta che porta subito al capitello della Madonnina del Doss, ancora poche centinaia di metri e si giunge ad una galleria e subito dopo al Pont del Pison da dove è visibile dall’alto la cascata. Per godere appieno della visione della cascata bisogna però proseguire ancora per circa 50 metri dopodiché si sale sulla destra per il sentiero che dopo alcune decine di metri ridiscende lungo il bosco verso il fronte della cascate. Qui è presente anche una panchina da dove si può ammirare la cascata.
PS: la cascata è meravigliosa anche d’inverno quando si trova immersa nel ghiaccio, attenzione però alla zona circostante sempre molto ghiacciata e pericolosa.
Da Folgarida la cascata si può raggiungere velocemente attraverso un ripido sentiero che parte appena al di sotto dell’Hotel Belvedere, lungo la strada che porta in località Ronzola. Il sentiero (Senter dei Lavini)scende sulla sinistra passando inizialmente a fianco di una piccola baita e scendendo poi lungo il versante fino a incrociarsi con il sentierino descritto sopra nei pressi della cascata. Se si vuole evitare la parte ripida si può continuare per la strada fino ai masi di Ronzola e ai pascoli della malga di Presson, scendendo poi lungo la strada sterrata che costeggia il torrente si giunge nei pressi del Pont del Pastin. Da qui si segue la strada che scende a sinistra, prima del ponte, e giunge al Pont del Pison e quindi alla cascata.